Sindrome di Aspergers

 

 

La sindrome di Asperger (nota anche come Disturbo di Asperger) è stata descritta nel 1940 dal pediatra viennese Hans Asperger, che ha osservato i comportamenti autistico-simili e le difficoltà con le abilità sociali e di comunicazione nei ragazzi che avevano normale intelligenza e sviluppo del linguaggio. Molti professionisti consideravano la sindrome di Asperger semplicemente come una forma più lieve di autismo e hanno usato il termine “autismo ad alto funzionamento” per descrivere queste persone. Uta Frith, professore presso l’Istituto di Neuroscienze Cognitive dell’University College di Londra e redattore di sindrome di Asperger e autismo, descrive la sindrome di Asperger come “avere un pizzico di autismo.”

Il Disturbo di Asperger è stato aggiunto all’American Psychiatric Association Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-IV) nel 1994 come disturbo indipendente dall’autismo. Tuttavia, ci sono ancora molti professionisti che considerano il Disturbo di Asperger una forma meno grave di autismo. Nel 2013, il DSM-5 h sostituito il Disturbo Autistico, Disturbo di Asperger e altri disturbi pervasivi dello sviluppo con la diagnosi “ombrello” di disturbo dello spettro autistico.

CARATTERISTICHE

Ciò che distingue il disturbo di Asperger dall’autismo classico sono i suoi sintomi meno gravi e l’assenza di ritardi linguistici. I bambini con Disturbo di Asperger possono essere solo leggermente influenzato, e spesso hanno buon linguaggio e capacità cognitive. Per l’osservatore inesperto, un bambino con Disturbo di Asperger può sembrare solo come un bambino che si comporta in modo diverso dal neurotipico.

I bambini con autismo sono visti spesso come distanti e disinteressato agli altri. Questo non è il caso del Disturbo di Asperger. Gli individui con Disturbo di Asperger di solito vogliono adattarsi e avere interazione con gli altri, ma spesso non sanno come fare. Essi possono avere difficoltà a socializzare, scarsa comprensione delle regole sociali convenzionali o mostrare una mancanza di empatia. Possono avere contatto visivo limitato, sembrare disinteressati in una conversazione e non capire l’uso dei gesti o il sarcasmo.

I loro interessi in un soggetto particolare, possono rasentare il maniacale. I bambini con Disturbo di Asperger spesso amano collezionare determinate categorie di cose, come rocce o tappi di bottiglia. Essi possono avere una grande conoscenza di informazioni divise in categorie, come ad esempio le statistiche del baseball o i nomi latini dei fiori. Possono avere buone capacità di memorizzazione e ripetere parole o frasi, senza contestualizzarle, ma avere difficoltà con concetti astratti.

Una delle principali differenze tra il Disturbo di Asperger e autismo è che, per definizione, non vi è alcun ritardo del linguaggio in Asperger. In realtà, i bambini con Disturbo di Asperger hanno spesso buone competenze linguistiche; semplicemente usano lingua in modi diversi. I modelli di discorso possono essere insoliti, mancare di inflessione mancanza o avere una natura ritmica, o possono essere formali, avere un tono troppo troppo alto o acuto. I bambini con Disturbo di Asperger non possono capire le sottigliezze del linguaggio, come l’ironia e l’umorismo, o non possono capire la natura “a doppio senso” di una conversazione.

Un’altra differenza tra l’autismo e il disturbo di Asperger è l’abilità cognitiva. Mentre alcuni individui con autismo hanno disabilità intellettiva, per definizione, una persona con Disturbo di Asperger non può avere un ritardo cognitivo “clinicamente significativo”, e la maggior parte sono in possesso di intelligenza superiore alla media.

Anche se le difficoltà motorie non sono un criterio specifico per la sindrome di Asperger, i bambini con il Disturbo di Asperger hanno spesso ritardi nell’abilità motoria e possono apparire goffi e impacciati.

DIAGNOSI

La diagnosi del Disturbo di Asperger è aumentata negli ultimi anni, anche se non è chiaro se sia più prevalente oppure se viene maggiormente diagnosticata; tuttavia, i bambini con sindrome di Asperger non hanno ritardi nel settore della comunicazione e del linguaggio. Infatti, per essere diagnosticati con sindrome di Asperger, un bambino deve avere lo sviluppo del linguaggio normale, così come intelligenza normale. I criteri del DSM-IV per l’Asperger precisano che l’individuo deve avere “grave compromissione nell’interazione sociale, e lo sviluppo di schemi, di comportamenti ripetitivi, interessi e attività che devono causare una significativa compromissione dell’attività in ambito sociale e in altre aree significative”. Quando il disturbo di Asperger e l’autismo erano considerati disturbi separati, secondo Il DSM-IV, i sintomi del disturbo di Asperger erano gli stessi di quelli elencati per l’autismo. Il primo passo per la diagnosi è una valutazione, tra cui una storia dello sviluppo e osservazione. Questo dovrebbe essere fatto dai medici con esperienza di autismo e altri PDD. La diagnosi precoce è importante anche con i bambini con Disturbo di Asperger che, se diagnosticati e trattati precocemente, hanno una maggiore probabilità di avere successo a scuola e poi vivere in modo indipendente. Contattaci per informazioni sulle risorse di Asperger, compresi i gruppi di sostegno e siti web.